Una risposta nel breve termine alla terapia steroidea intravitreale influisce sui suoi risultati nel lungo termine.

15 dicembre 2017

L’impianto intravitreale di corticosteroidi può dare risultati soddisfacenti anche nel lungo periodo, questo secondo uno studio retrospettivo pubblicato dall’American Journal of Ophthalmology.

Lo studio ha preso in analisi i dati su 102 occhi con edema maculare diabetico dopo una terapia a base di 0.7 mg di dexametasone tramite impianto intravitreale, e seguiti per 18 mesi per raccogliere dati sugli effetti nel lungo termine del trattamento.
L’analisi ha svelato una correlazione molto positiva tra la risposta dopo 3 mesi e i miglioramenti della acuità visiva nel lungo termine con un 30% che ha mantenuto nel follow up esattamente la stessa acuità visiva registrata nel terzo mese di trattamento. Di contrasto solo il 7% tra i pazienti inizialmente meno reattivi alla terapia ha guadagnato un ulteriore acuità visiva nel follow up raggiungendo gli standard previsti.

Secondo questo studio l’iniziale reattività alla terapia del paziente ai corticosteroidi intravitreali può predire i miglioramenti di acuità visiva nel lungo termine. Secondo lo studio i pazienti con una bassa risposta alla terapia steroidea dovrebbero essere presi in considerazione per terapie alternative all’impianto intravitreale. Ulteriori studi saranno necessari a rafforzare questa tesi.


AISDO Onlus
Destina il 5 x 1000 ad AISDO