Il trattamento Luxturna sarÓ disponibile al di fuori dei confini statunitensi.

20 febbraio 2018

Novartis ha annunciato un accordo di licenza con Spark Therapeutics per i diritti di sviluppo, registrazione e commercializzazione di Luxturna al di fuori dei mercati statunitensi.
Luxturna ha ottenuto l’approvazione dell’FDA nel dicembre scorso come terapia genetica one-time per il recupero delle funzioni visive nei pazienti affetti da mutazione del gene RPE65, fino ad oggi senza cura e condannati alla cecità.

“Non ci sarebbe altrimenti nessun modo di poter fornire una cura e una salvezza dalla cecità ai bambini al di fuori degli Stati Uniti affetti da questa malattia devastante. La terapia genetica è una nuova strada per dare una cura a chi prima non ne aveva”, Shreeram Aradhye, capo globale degli affari medici e capo ufficio medico di Novartis, “la nostra collaborazione è anche la nostra dedizione per l’oftalmologia. Speriamo con la nostra influenza di poter cambiare in meglio la vita di ogni paziente anche al di fuori dei confini statunitensi grazie ad un accesso globale alle cure”.


AISDO Onlus
Destina il 5 x 1000 ad AISDO