L’incidenza di occhio secco giovanile č correlata alla dipendenza da cellulare.

8 ottobre 2018

Un’alta incidenza di occhio secco è stata associata alla dipendenza da smartphone in uno studio condotto su 102 studenti della facoltà di medicina all’Università di Hong Kong.

Ai giovani partecipanti allo studio (età media 19 anni) è stata somministrata la versione ridotta del questionario Smartphone Addiction Scale, per la valutazione del grado di dipendenza da piccoli schermi, e una visita medica per valutare lo stato di salute dell’occhio tramite l’Ocular Surface Disease Index (OSDI).

Un’alta incidenza di dipendenza da smartphone è stata misurata, intorno al 57% dei partecipanti maschi e un 46% di partecipanti femmine ha dimostrato infatti livelli significativi di dipendenza, correlata ad un minor numero di ore di sonno.
Di questi, il 37% mostrava i segni di un occhio secco clinicamente significativo.

Lo studio non ha invece dimostrato alcuna correlazione tra dipendenza da smartphone e tempo di utilizzo.
“I valori dell’OSDI sono stati associati con la dipendenza da smartphone, ma non con quanto esso venga utilizzato. Con molto probabilità più è alto il livello di dipendenza, meno ci si rende conto del tempo effettivo di utilizzo. Potrebbero essere assolutamente dipendenti, ma dichiareranno sempre un utiizzo dello smarphone per meno di 2 o 3 ore al giorno”, ha spiegato il Dr. Kendrick Shih, MD durante l’ESCRS 2018, tenutosi Vienna.

Fonte

 


AISDO Onlus
Destina il 5 x 1000 ad AISDO

Privacy Policy  | Cookies info