Sempre più bambini rischiano la vista a causa delle pistole ad aria compressa

19 gennaio 2018

Sempre più bambini finisce ogni anno in ospedale con dei traumi anche gravi all’occhio, e le armi ad aria compressa o le pistole da paintball seono sempre più i principali responsabili.

Secondo un articolo di Reuters, la casistica di questo tipo di ferite dal 1990 al 2012 ha registrato un aumento quasi del 100% di questo tipo di ferita, e sebbene i ricoveri legati a traumi oculari legati agli sport di squadra siano nel suo totale ancora la causa principale, essi sono diminuiti in favore del più specifico trauma da proiettile.

Un bambino che gioca con una pistola ad aria compressa infatti rischia un danno all’occhio otto volte di più rispetto ad un coetaneo che fa sport di squadra. Questo tipo di danno inoltre può causare danni molto gravi fino alla perdita irreversibile della vista.
“Sono traumi che possono avvenire in un attimo di disattenzione e che possono avere delle conseguenze irreversibili. Data la preoccupante tendenza, per ridurre il numero di traumi dell’occhio è necessario aumentare gli sforzi orientati verso una prevenzione nell’uso di certi oggetti a scopo ludico”, ha affermato il Dr. Gary Smith, direttore del Centro di Traumatologia al Children’s Hospital di Columbus, Ohio


AISDO Onlus
Destina il 5 x 1000 ad AISDO